Emorroidi

Emorroidi

emorroidiLe emorroidi sono dei vasi sanguigni che si trovano nei muscoli lisci delle pareti del retto e dell’ano.
Esse fanno parte della normale anatomia umana e si trovano nel punto in cui alcune piccole arterie si fondono nelle vene.
Esse vengono trattenute dai muscoli lisci e dal tessuto connettivo e vengono classificate a seconda della loro posizione in relazione con la linea pettinata, il punto di divisione tra i 2/3 superiori e l’1/3 inferiore dell’ano.
Si tratta di una importante distinzione anatomica determinata dal tipo di cellule che rivestono le emorroidi e dai nervi che danno la sensazione di dolore.
Le emorroidi interne si trovano sopra la linea pettinata e sono ricoperte da cellule uguali a quelle che percorrono tutto il resto degli intestini.
Le emorroidi esterne si presentano sotto la linea e sono coperte da cellule che assomigliano molto a quelle della pelle.
Diventano un problema solo quando cominciano a gonfiarsi, causando prurito, dolore e/o sanguinamento (su questo argomento vi consigliamo di leggere l’articolo http://www.emorroidirimedi.com/).

Le emorroidi esterne si comportano in modo diverso in quanto ricoperte da “pelle” e in quanto soggette a dolore.

La trombosi delle emorroidi esterne si verifica quando una vena sottostante il coagulo si spacca, causando un dolore intenso provocato dal rapido stiramento della pelle che copre le emorroidi.

Un grumo doloroso e rigido può formarsi nella zona anale.

Le emorroidi esterne possono anche tradursi in modifiche della pelle in eccesso che possono essere avvertite sul margine anale e che possono causare difficoltà igieniche dopo un movimento intestinale, portando ad infezioni secondarie della pelle.

Come si presentano le emorroidi?

Il tessuto emorroidario normale non può essere visto in quanto le emorroidi devono prima gonfiarsi, infiammarsi o sviluppare un coagulo per causare sintomi.

E’ possibile vedere le emorroidi quando sono esterne, cioè quando si verifica un prolasso fuori dall’ano, ma le emorroidi interne non sono visibili perché rimangono dentro l’ano.

Una trombosi emorroidaria apparirà come un nodulo sporgente localizzato sul margine anale di colore bluastro scuro a causa del coagulo di sangue contenuto all’interno del vaso sanguigno gonfio.

Emorroidi non soggette a trombosi, appariranno come un nodulo gommoso; spesso compaiono più emorroidi nello stesso tempo. > clicca qui

One thought on “Emorroidi

  1. Luisa

    Conosco il problema, purtroppo ne ho sofferto durante le mie due gravidanze. I rimedi naturali sono i migliori anche se preferisco la formula “prevenire (con una corretta alimentazione) è meglio che curare” ;)

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>